Prestiti a bassi tassi: quali sono i vantaggi di questa scelta

39

Ormai lo sapete: i prestiti con tassi bassi sono il nostro argomento principale. Nel corso delle varie guide che abbiamo redatto e pubblicato qui sul nostro blog abbiamo sviscerato tutti gli aspetti più importanti del più conveniente servizio per chiedere denaro in prestito a banche e finanziarie. Vi abbiamo parlato, ad esempio, della durata dei prestiti a tassi bassi, delle tempistiche per l’istruttoria del prestito e così via. Ovviamente il nostro obiettivo è quello di chiarire ogni dubbio riguardo quelle che sono i prestiti con tassi bassi. 

Nella guida di oggi, però, vogliamo affrontare un argomento un po’ più generico ma altrettanto utile: per quale motivo conviene scegliere i prestiti con i tassi bassi? Quali sono i vantaggi di questa scelta? Se siete dei “novizi” al mondo dei prestiti, la guida di oggi vi sarà sicuramente molto utile perchè spiegheremo dei concetti che stanno alla base dell’intero mondo dei prestiti. Se invece siete già avvezzi a questo mondo, la guida di oggi sicuramente potrà aiutarvi a chiarire dubbi e incertezze su alcuni meccanismi onnipresenti nei prestiti.

I tassi bassi, che cosa sono?

Dato che la nostra guida di oggi è principalmente dedicata a chi non ha mai avuto esperienze nel campo dei prestiti, iniziamo con il definire che cosa siano i tassi e che cosa siano i tassi bassi.

Il tasso d’interesse di un prestito non è altro che il guadagno della banca: la banca, la finanziaria o il privato investono del denaro prestandolo ad un utente che lo richiede. Ogni mese, quando l’utente restituisce parte del denaro tramite la rata questa ha un rincaro dovuto al tasso d’interesse.

I tassi d’interesse vengono rappresentati in percentuale (il cinque per cento della rata, il due per cento e così via) con un tasso d’interesse del cinque per cento, su una rata da cento euro si pagano cinque euro in più e così via.

E’ naturale che un utente con l’intenzione di risparmiare cerchi di ottenere tassi d’interesse bassi così che la rata sia meno impegnativa sul suo portafoglio. Ed eccoci arrivati ai protagonisti del nostro blog: i tassi bassi.

Con la situazione attuale dei mercati, un tasso medio è del tre o cinque per cento, un tasso basso è del due o dell’uno per cento.

Ora che sappiamo che cosa sono i tassi bassi, possiamo passare a parlare dei vantaggi di questa scelta.

I vantaggi dei tassi bassi

In questa sezione della guida parleremo di tutti i vantaggi dei tassi bassi sia quelli più evidenti che quelli meno facili da individuare.

  • Il risparmio è sicuramente il più evidente dei vantaggi di un tasso basso.
  • La possibilità di investire i soldi risparmiati in altri servizi legati al prestito.
  • Una maggiore facilità nel saldare le rate e, quindi, una minore possibilità di insolvenza.

Questi tre vantaggi sono molto importanti perchè hanno conseguenze veramente interessanti su come l’utente può gestire il contratto e su come può saldare le rate. Vediamo, uno per uno, i vantaggi che abbiamo elencato sopra, parlando in particolare delle loro conseguenze.

Partiamo con la possibilità di investire denaro in altri servizi. Esistono dei servizi aggiuntivi che possono essere scelti quando si firma un contratto per un prestito. Tra questi servizi, ad esempio, possiamo annoverare: la polizza assicurativa, il salto della rata, le rate flessibili e così via. Tutti questi servizi hanno un costo che renderebbero la rata molto importante dal punto di vista economico: se si risparmia sui tassi si può scegliere di investire facilmente su questi utili servizi.

Come si può facilmente intuire: rate più contenute significa maggiore facilità di saldo. Il che, di per sè, è un vantaggio non indifferente. Ciò non di meno è importante sottolineare ai meno esperti del mondo dei prestiti che il mancato saldo ha conseguenze molto gravi sull’utente e sulla sua credibilità verso finanziarie e banche.

Per ultimo spieghiamo il vantaggio più evidente del tasso basso: il risparmio. Risparmiare quando si firmano contratti dalla durata molto estesa, come quelli per i prestiti, è molto importante non sottovalutare l’impatto economico a lungo termine che il tasso può avere sulle nostre finanze. Il cinque percento di una rata potrebbe non sembrare molto ma, nel corso degli anni, il totale della spesa potrebbe ammontare ad un altro prestito quasi! Un consiglio per i meno esperti: esistono dei software gratuiti, reperibili online, che permettono di simulare la spesa a lungo termine con un determinato contratto per un prestito.

A questo punto possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida di oggi all’interno della quale vi abbiamo detto quali sono i vantaggi dei prestiti con bassi tassi. Come sempre vi ringraziamo per l’attenzione e il tempo che ci avete dedicato oggi! Se per caso dovessero servirvi altre informazioni, magari più specifiche, riguardo al mondo dei prestiti con tassi bassi, vi consigliamo di leggere le altre guide che abbiamo pubblicato sul nostro blog. Alla prossima!