Prestiti a bassi tassi con carta prepagata: informazioni utili e consigli

43

Molti utenti pensano, erroneamente, che per firmare il contratto di un prestito sia necessario avere un conto corrente sul quale venga addebitato il denaro e dal quale vengano scalate le rate per il saldo. In realtà, come avremo modo di scoprire nella nostra guida di oggi, è possibile ricevere denaro anche su una carta prepagata. Nella guida di oggi vedremo come si possono usare le carte prepagate per ottenere del denaro da banche e finanziarie in modo semplice e rapido, ovviamente con i nostri consigli per mantenere i tassi bassi. Se siete interessati a richiedere un prestito di denaro ma non possedete un conto corrente tradizionale, vi consigliamo di arrivare fino in fondo alla guida di oggi perché potreste scoprire la soluzione che fa al caso vostro: buona lettura! 

Prestiti a tassi bassi su carta prepagata

Come abbiamo accennato nell’introduzione, la carta prepagata può essere comodamente utilizzata come mezzo per ricevere il denaro di un prestito e come mezzo per saldare le rate. Il prestito con carta prepagata è ancora poco conosciuto e, ovviamente, potrebbero sorgere molti dubbi riguardo il suo funzionamento.

La carta prepagata richiesta per accedere al tipo di servizio di cui stiamo parlando è la carta prepagata con iban. Con questo tipo di prodotto si può facilmente ricevere denaro come se si stesse usando un conto corrente. Solitamente le carte con iban hanno spese molto basse per l’attivazione e per il servizio annuale però hanno delle soglie oltre le quali le spese aumentano e i prezzi diventano più importanti.

Il punto che vogliamo sottolineare è il seguente: pur non essendo, a livello formale, un conto corrente a tutti gli effetti, la carta prepagata con iban svolge a pieno tutti i compiti di un conto corrente in modo più che soddisfacente. Il problema non è tanto la qualità del prodotto quanto la diffusione: spesso le banche non propongono neanche questo tipo di prestito perché statisticamente le persone che posseggono una carta prepagata con iban non sono molte! 

Come ottenere un prestito con tassi bassi su carta prepagata

I prestiti su carta prepagata funzionano allo stesso modo di un prestito su conto corrente e anche le somme possono essere simili. Infatti, si parte da somme minime utili a piccoli acquisti ed emergenze, fino ad arrivare a somme ben più importanti e con tempi di ammortamento più lunghi.

L’iter per la richiesta di un prestito con carta prepagata è identico a quello di un prestito su conto corrente:

  • Si esegue una richiesta alla banca, fornendo le garanzie e i documenti necessari per accedere al contratto.
  • La banca compie un’analisi delle garanzie e dei documenti portati dal richiedente. In base all’esito dell’analisi la banca potrà pre approvare il prestito oppure rifiutare la richiesta.
  • Una volta approvato il prestito si giunge, infine, alla stipulazione del contratto e alla firma.
  • Dopo la firma del contratto i soldi saranno disponibili in tempi più o meno brevi, in base alle specifiche del contratto, sulla carta prepagata con iban del richiedente.
  • Il saldo verrà eseguito prelevando dalla carta prepagata il necessario per saldare la rata.

Come potrete sicuramente notare si tratta di un iter relativamente semplice e del tutto simile a quello necessario per richiedere un prestito su conto corrente.

Prestiti a tassi bassi su carta prepagata, i nostri consigli

I servizi di cui ci stiamo occupando nella nostra guida odierna non sono tra i più convenienti per quanto riguarda i tassi: data la scarsa diffusione della tipologia di servizio, infatti, sarà molto raro trovare dei prestiti con offerte vantaggiose. Se, tra qualche anno, le carte prepagate con iban aumenteranno di numero e gli utenti a possederne una saranno di più, allora sarà possibile ottenere dei prestiti a tassi decisamente più bassi dato che le offerte saranno di più.

Il prestiti a tassi bassi su carta prepagata sono particolarmente utili per coloro che necessitano di una piccola quantità di denaro e stanno cercando un modo rapido e “indolore” di aprire un contratto per un prestito. Ovviamente sono consigliati a coloro che non hanno un conto corrente oppure che vogliono tenere il prestito separato dal conto corrente, magari perché condiviso. Dobbiamo obbligatoriamente sottolineare che i prestiti protagonisti della nostra guida di oggi tendono ad avere dei limiti di utilizzo imposti dal tipo di carta su cui viene erogato il denaro, perciò conviene prestare molta attenzione!

E con questo ultimo dettagli possiamo ritenere conclusa la nostra guida di oggi con tutto quello che c’è da sapere sui prestiti a tassi bassi su carta prepagata. Ci auguriamo di avervi fornito informazioni sufficienti a chiarire ogni dubbio riguardo i prestiti con tassi bassi senza conto corrente. Ovviamente, nel caso in cui qualcosa sia rimasto oscuro, potete sempre contare sulle altre guide che abbiamo pubblicato qui sul nostro blog! Vi ringraziamo per l’attenzione e speriamo di rivedervi presto in un’altra guida: a presto.